Informazioni personali

Le mie foto
Salve a tutti, questo blog è nato, tra le altre cose, per censire on line tutti quei malcapitati che hanno vissuto/vivono personalmente la vicenda CFL SERIT. Per capire se sono solo o in "brutta" compagnia. Per sapere se sono solo io a sperare o in tanti. Booooh. Ai post l'ardua sentenza. L'ARS-SASSINO

NOTIZIE

Loading...

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

martedì 8 novembre 2011

SIAMO UOMINI O CAPORALI ?

Carissimi ex colleghi,
scrivo questo post dopo tantissimo tempo, rompendo il silenzio che mi ero imposta, sperando che lo leggano i nostri avvocati perché, dopo le prime sentenze non viziate in alcun modo da niente e da nessuno e che hanno avuto il giusto esito, non c’è più stata una pronuncia favorevole. Vogliamo chiamarla “sfortuna”? E chiamiamola sfortuna!
Certo, ma non solo. A tutt’oggi, infatti, i giudici hanno avuto vita sin troppo facile perché LA PROVA TESTIMONIALE non ha la giusta forza. Si è subito capito che la Serit, studiandosi bene la prima sentenza, ha capito cosa e come  aggiustarle. Dopo le prime impacciate performances, poi, avendo verificato con grasso sollievo che gli emeriti nostri avvocati non sono stati in grado di chiedere la produzione dei registri cronologici dei fantomatici formatori, per minacciare di convocare, uno ad uno, i contribuenti visitati nell’arco di tempo in esame, affinché confermassero o smentissero le fantasiose sparate dei dipendenti circa affiancamenti e supervisioni in casa dei contribuenti, che certo non dimenticano le facce di chi ha fatto inventari,  verbali e quietanze nelle proprie case, gli attori sono man mano diventati ancora più sciolti e convincenti.
Buona notte, avvocati! Sogni d’oro.
Che vogliamo fare? Li dobbiamo lasciare fare ancora per molto?
  • Vogliamo puntualizzare, nelle udienze, che ci sono differenze tra cfl 1 (assunti in marzo 2002) e cfl 2 (assunti in aprile 2002), che ci sono differenze tra concessioni e sportelli, che quello che SEMBRA valido per la concessione non è valido per gli sportelli e viceversa, che quello che sembra provato per i cfl 1 non presuppone la prova per i cfl 2? Cosa hanno questi testimoni dell’azienda, il dono dell’ubiquità? 
  • Vogliamo insistere sulla richiesta di verifiche della formazione pratica, che, ricordiamo, doveva essere la più rilevante e concentrata, insieme a quella teorica, all’inizio (vedi allegato al contratto, ultima pagina)? 
  • Vogliamo contestare la non corrispondenza temporale tra l’oggetto dei corsi e il lavoro? 
  • Vogliamo incalzare i testimoni “affiancatori” sfidandoli a dimostrare con le carte quello che dicono? Ricordiamo che tutta l’attività degli ufficiali è documentata. Anche i peli. 
  • Vogliamo fare notare ad es. che, a Palermo, il primo "non-corso" documentato di 30 ore era solo SULLA NOTIFICA, da ebeti, 30 ore per imparare a notificare, attività, peraltro, per noi residuale visto che c’erano in servizio i messi notificatori? 
  • Vogliamo utilizzare questa cosa per evidenziare che si è lavorato per un intero anno senza alcuna nozione sulla procedura esecutiva, provando questa affermazione con i pers 23 che documentano un anno di procedura esecutiva, anziché lasciare (cosa gravissima) che si intenda che i nostri testi confermino la formazione iniziale? 
Questi sono solo alcuni punti e ce ne sono degli altri su cui si può ragionare. I giudici stanno puntando tutto sulla non rilevante difformità della formazione rispetto allo scopo del cfl. Perché non si riesce a sviluppare anche un’accesa e particolareggiata analisi sugli altri corsi, diversi dal primo? Stanno dicendo: 30 ore di notifica all’inizio più affiancamento uguale contratto perfezionato. Ma dove sta scritta questa cosa? Nel contratto? E rigettano allegramente! E voi la state lasciando passare….
Avvocati, nessuno ha il coraggio di dirvelo in faccia ma lo pensiamo tutti: Impegnatevi un po’ di più!!!
Nessuno è mai stato certo di avere la vittoria in tasca perché la sentenza è un colpo di penna e sarebbe da sprovveduti anche solo pensarlo, ma siamo in molti a temere che le ripercussioni di tutta questa mole di sentenze, frutto di “sfortuna” ma anche di disattenzioni, possano pregiudicare percorsi netti o quantomeno battuti senza lasciare niente al caso.
Per il bene di tutti, quindi: “Abbandoniamo la camomilla e svegliamoci che ancora ci sono 200 ricorsi da definire!” Baci 


Lettera firmata 

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...